Paolo Tinti • Paola Vecchi

 

EVENTI & RESOCONTI (n. 3 2013)

a cura di Elisa Baldini

 

Nel mondo...

Buenos Aires, Salon Alfredo Bravo, 31 ottobre ? 3 novembre 2012

OCTAVA FERIA DEL LIBRO ANTIGUO DE BUENOS AIRES
La fiera organizzata dalla Asociaci?n de Libreros Anticuarios de la Argentina (ALADA) a partire dal 2004 ? un importante punto di incontro per i professionisti dell'editoria, bibliofili e collezionisti a livello internazionale. La Feria argentina conta per? anche un numeroso pubblico non specializzato, contribuendo cos? ad avvicinare alla cultura del libro raro o antico anche curiosi e amatori. La fiera copre un ampio arco cronologico andando da esemplari del XV secolo a libri d'artista delle avanguardie storiche e riservando un posto anche a mappe, fotografia antica, afiches e opere di grafica. http://www.educ.ar/recursos/ver?rec_id=112667

London, Sotheby's, 28 novembre 2012

MUSIC, CONTINENTAL AND RUSSIAN BOOKS AND MANUSCRIPTS
L'importante casa d'aste londinese bandisce un lotto di importanti manoscritti, Russi e continentali inoltre sar? messa all'incanto una interessante collezione di spartiti autografi, lettere e ricordi (memorabilia) della di Arturo Toscanini. http://www.sothebys.com/en/?

Paris, Sotheby's, 19 novembre 2012

LIVRES ET MANUSCRIPTS
L'asta parigina della autorevole casa britannica ha bandito un importante lotto comprendente volumi databili tra il XV e il XX secolo riferibili principalmente a tre aree di interesse: l'ambito storico-letterario, la botanica e le testimonianze di viaggio. Tra i manoscritti battuti possiamo ricordare i testi di storia naturale di Catesby, Quadrupeds and Birds of America, capolavoro di Audubon, una preziosa copia della Historia Americae di Theodore de Bry rilegata in marocchino rosso e Portraits de sauvages d'Am?rique, d'Asie, d'Afrique, di Choris in una straordinario e completo esemplare a colori. Il catalogo d'asta ? consultabile sul sito di Sotheby's. http://www.sothebys.com/en/?

London, Sotheby's, 5 dicembre 2012

WESTERN MANUSCRIPTS & MINIATURES
L'autorevole casa d'asta bandisce un importante lotto costituito da due Libri d'Ore riccamente miniati. I due preziosi volumi sono da attribuirsi l'uno al Maestro Boucicaut, ottimo artista parigino dei primi decenni del XV secolo; l'altro invece realizzato intorno al 1490 per Isabella d'Este, figlia del duca di Ferrara e moglie di Francesco Gonzaga, marchese di Mantova. Anche in questo caso il catalogo completo dell'asta ? interamente consultabile on line. http://www.sothebys.com/en/?

Paris, Biblioth?que Mazarine, 7 dicembre 2012

FAUX ET FRAUDES EN BIBLIOTH?QUE
La Scuola Superiore Nazionale di Scienze dell'Informazione e delle Biblioteche (Centre Gabriel Naud?) e il Centro di Conservazione del Libro organizzano ogni anno una giornata di studio su ?Diritto e patrimonio?. Giunta alla sua sesta edizione questa manifestazione si pone l'obiettivo di studiare la storia delle risorse scritte con un'attenzione particolare alle questioni giuridiche, a volte complesse, che devono essere tenute in conto nella gestione delle collezioni. Quest'ultima edizione si ? particolarmente interessata dei falsi e delle frodi, ovvero di quegli esemplari contraffatti venduti alle biblioteche o scoperti nelle collezioni pubbliche. Colpisce soprattutto l'esistenza di casi anche antichi come testimoniato da recenti studi sul fenomeno che considerano anche da il punto di vista giuridico. http://www.enssib.fr/inscription-JE-droit-et-patrimoine

London, Sotheby's, 12 dicembre 2012

ENGLISH LITERATURE, HISTORY, CHILDREN'S BOOK AND ILLUSTRATIONS
La vendita offre una combinazione di libri di storia, letteratura inglese, cultura popolare, libri per bambini e illustrazioni originali. I primi 22 lotti sono composti da testi e documenti della Law Society quindi di ambito giuridico e penale. La sezione di storia comprende alcuni eccezionali documenti riferibili a Nelson. La sezione Arte e Architettura ? orgogliosa di annoverare tra i suoi materiali un piano di Westminster Bridge di Charles Labelye e il primo album conosciuto di fotografie di Julia Margaret Cameron. Le emergenze del settore letterario includono un in-f?lio di Shakespeare e una prima edizione de I Viaggi di Gulliver, una copia d'epoca di Emma e della Vita di Gaskell di Charlotte Bronte della stessa autrice sono state messe all'incanto anche sei lettere autografe, insieme a numerosi altri pregiati materiali di H. Hemingway, J. Joyce e V. Woolf. Libri per bambini, illustrazioni originali nonch? una copia con dedica di Harry Potter e la Pietra Filosofale datata il giorno prima della pubblicazione e una pregevolissima lettera di JRR Tolkien hanno arricchito l'offerta del lotto; a conclusione dell'asta sono state battute illustrazioni originali di E. Dulac e di E.H. Shepard. http://www.sothebys.com/en/?

London, Sotheby's, 12 dicembre 2012

THE ART OF ILLUSTRATION ? FROM THE COLLECTION OF MICHAEL WINNER
Questa vendita ha presentato oltre cento raffinati disegni a penna con inchiostro e acquerello di alcuni dei migliori illustratori di libri per bambini, tra i quali Edmund Dulac, Kay Nielsen, Beatrix Potter, Arthur Rackham, William Heath Robinson, E.H. Shepard e John Tenniel. Pezzo di punta di questa sessione d'asta ? stato il disegno di Christopher Robin che raffigura una bambina nell'atto di trascinare il suo orsetto gi? per una rampa di scale. Quest'immagine sancisce la nascita del personaggio di Winnie-the-Pooh (Methuen, 1926) ed ? una delle figure pi? note della letteratura per l'infanzia. Edmund Dulac ? stato presente con diciotto pezzi, tra questi sei illustrazioni di Storie delle mille e una notte (Hodder and Stoughton, 1907), tre illustrazioni di The Tempest (Hodder and Stoughton, 1908) e quattro illustrazioni per il lavoro di Edgar Allan Poe The Bells e altre poesie (Hodder and Stoughton, 1912). Sono inoltre stati battuti dodici disegni a penna e inchiostro di Kay Nielsen per le fiabe di Hans Christian Andersen (Hodder and Stoughton, 1924), tra queste le illustrazioni per la copertina di La regina delle nevi e Il soldatino di stagno. Dello stesso illustratore anche un acquerello per Hansel e Gretel. Saranno battuti anche 24 pezzi di Arthur Rackham, che coprono l'intera carriera dell'artista, dai suoi primi contributi attraverso il periodo vittoriano fino ai primi anni Trenta. Le illustrazioni si riferiscono tra le altre opere anche a Rip van Winkle e Peter Pan nei giardini di Kensington. La Collezione Winner ? delle pi? straordinarie raccolte di illustrazioni per fiabe mai messa all'asta. La qualit? e il numero delle opere senza precedenti fanno di questa collezione una vera e propria celebrazione delle ragioni critiche ed estetiche di un collezionista esigente e raffinato. http://www.sothebys.com/en/?

New York, Sotheby's, 14 dicembre 2012

FINE BOOKS & MANUSCRIPTS, INCLUDING AMERICANA
Fine d'anno particolarmente prolifico per la sezione Libri rari e manoscritti di Sotheby's. Nella seduta d'asta newyorkese sono stati battuti testi estremamente variegati si passa da una bella copia dei Principia di Newton ad una copia del primo giornale che pubblic? la Dichiarazione di Indipendenza americana. ? stato battuto anche un importante archivio di Charles Schulz. A completare la vendita troviamo una rara copia dei Racconti di Poe, inediti di F. Scott Fitzgerald e racconti brevi di Oscar Wilde, J.D. Salinger e Jack Kerouac. http://www.sothebys.com/en/?

New York, Sotheby's, 14 dicembre 2012

FINE TRAVEL AND PLATE BOOKS: A PRIVATE COLLECTION
Questa collezione privata di libri di viaggio comprende raffinate edizioni, molte delle quali raffiguranti vedute e scene di tutto il mondo. Libri di grandi dimensioni comprendono la Description de l'Egypte (1809-1822), Voyage pittoresque de Costantinople di Melling(1819), Voyage dans l'Inde di Soltykoff (1850ca.). L'America ? rappresentata da Voyage pittoresque... dans la province d'Yucatan (1838) e Voyage pittoresque ... Mexique (1836) di Nebel e anche l'Europa pu? diventare esotica se visitata attraverso le tavole di Laborde e Zurlauben, rilegate in marocchino rosso. Molti di questi tesori provengono da importanti collezioni, tra cui quelle di Sefik Atabey, Beria Botfield e il conte di Bradford. http://www.sothebys.com/en/?

 

In Italia...

Bologna, Biblioteca d'Arte e di Storia di S. Giorgio in Poggiale, 13-15 marzo 2013

DISCIPLINARE LA MEMORIA. STRUMENTI E PRATICHE NELLA CULTURA SCRITTA (SECC. XVI-XVIII)
L'invenzione e la diffusione della stampa oltre a favorire il progressivo incremento dell'alfabetizzazione ha avuto un ruolo fondamentale nella crescita esponenziale del patrimonio documentario nel corso dell'et? moderna. Questa molteplicit? di risorse testuali e documentarie ha sollecitato l'esigenza di controllare, ordinare e indicizzare; vengono quindi concepiti strumenti e pratiche al servizio del lettore. Le istanze e le metodologie che hanno generato questi fondamentali strumenti e gli effetti di questi sulla societ? saranno argomento di riflessione e confronto per alcuni tra i maggiori esperti europei, che si confronteranno inoltre sulle eventuali differenze tra strumenti d'uso privato e strumenti d'uso collettivo e sulla parabola della fortuna critica delle teorie della memoria artificiale tra il XVI e il XVIII secolo. Coordina l'iniziativa un comitato scientifico d'eccezione formato da Andrea Battistini, Maria Guercio, Maria Gioia Tavoni, Paolo Tinti e Paola Vecchi. http://www.ficlit.unibo.it/eventi/?

Bologna, Quartiere fieristico, 24-27 marzo 2013

FIERA DEL LIBRO PER RAGAZZI DI BOLOGNA
Giunta alla sua cinquantesima edizione la Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna festeggia cinque decenni di grandi successi e un percorso di crescita appassionante che lega in una relazione strettissima editori, autori e illustratori, insomma i protagonisti che fanno grande il libro per ragazzi nel mondo. La citt? intera sar? coinvolta in una numerosissima serie di iniziative che vedranno protagonisti i professionisti della letteratura, dell'illustrazione e dell'editoria per giovani lettori. http://www.bolognachildrensbookfair.com/

Milano, Palazzo dei Giureconsulti della Camera di Commercio, 15-17 marzo 2013

FIERA INTERNAZIONALE DEI LIBRI ANTICHI E DI PREGIO
Migliaia di volumi antichi e rari giungeranno a marzo nel cuore di Milano. Dai libri miniati agli incunaboli, dalle cinquecentine fino ai moderni libri d'artista, dalla letteratura ottocentesca alla grafica contemporanea, un vasto repertorio della storia del libro e della stampa sar? in mostra per tre giorni grazie ad ALAI (Associazione Librai Antiquari d'Italia) che ha patrocinato questa importante fiera di libri preziosi. Punto di incontro dei bibliofili di tutto il mondo, la fiera sar? inaugurata con la lectio magistralis di Umberto Eco affiancato da Stefano Salis e offrir? al pubblico milanese l'opportunit? di conoscere il mondo dell'editoria antica anche attraverso tavole rotonde incentrate sulla storia del libro antico, del commercio librario e del collezionismo. http://eventi.alai.it/
http://www.palazzogiureconsulti.it/

Bologna, Biblioteca Comunale dell'Archiginnasio, 19 gennaio ? 10 febbraio 2013

GIORGIO DE CHIRICO E I LIBRI
La mostra curata da Gianfranco Maraniello e Anna Manfron ? stata promossa da MAMbo ? Museo d'Arte Moderna di Bologna ? e dalla Biblioteca Comunale dell'Archiginnasio. Giorgio De Chirico (1888-1978) ? l'artista italiano del secolo scorso che pi? si ? distanziato dal fenomenismo naturalistico. La sua arte sembra porsi al di l? dell'esperienza sensibile, connotandosi per una caratteristica enigmatica staticit? che ci introduce ad una classicit? inquietante. I libri si fanno prototipi pittorici, incanto metafisico di una realt? altra che non ha pi? nessuna referenzialit? con gli accadimenti del mondo. Il contesto espositivo suggestivo pone i lavori del grande maestro, al centro di un'essenziale struttura geometrica, come uno spazio prismatico che pare metafisicamente sottratto alle vicende secolari. I dipinti si alternano a preziosi volumi nelle pagine dei quali sono riconoscibili modelli iconografici e riferimenti culturali in grado di dialogare con i quadri; tra i tesori della biblioteca possiamo ammirare il Polifilo stampato da Aldo Manuzio nel 1499, le Imprese di Andrea Alciati del 1551, i cinque libri delle Symbolicarum quaestionum di Achille Bocchi del 1555, le Antichit? romane di Giambattista Piranesi del 1756. Il gusto per l?antico, il motivo decorativo archeologico, la cifra enigmatica del frammento e la reinterpretazione dell?immagine classica esibiscono una inusitata eloquenza in questi ricercati repertori a stampa in grado di amplificare l'effetto di spostamento e di condensazione del mondo figurativo di De Chirico. http://www.archiginnasio.it/mostre/dechirico.htm

Castelletto sopra Ticino (NO), Sala Polivalente A. Calletti, fino al 12 gennaio 2013

I LIBRI E GLI ARTISTI
GP Colombo, Emilia Bonfanti, Alfredo Caldiron e Francesca Gagliardi sono i protagonisti della rassegna collettiva che si ? tenuta a Castelletto Sopra Ticino. L'esposizione curata da Cristina Moregola ha esposto circa quaranta opere provenienti prevalentemente da collezioni private. Ispirazione per i giovani artisti sono state celebri opere di grandi artisti come Bruno Munari, Gilberto Zorio ed Enrico Della Torre. GP Colombo rivolge le sue attenzioni all'archeologia e alla mitologia, Caldiron si ispira alla natura creando un paesaggio in punta di penna attraverso la progressiva distorsione della propria grafia, Emilia Bonfanti si confronta con levit? con il mondo delle delle fiabe collocando la propria opere all'orizzonte tra realt? e immaginario infine la Gagliardi si confronta con il mondo ludico dei giochi dei bambini. Per informazioni sulla manifestazione e sugli artisti vedi il sito. http://www.artevarese.com/?

Bologna, Biblioteca Universitaria, Aula Magna, 6 dicembre 2012

I TPARANI. NELLA TIPOGRAFIA DI...
Giornata internazionale di studio promossa dal Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica dell'Universit? di Bologna con il patrocinio del Consolato Onorario della Repubblica di Armenia e del Ministero per i Beni e le Attivit? Culturali. Per celebrare i 500 anni della stampa armena in Italia, si ? tenuta a Bologna una giornata di studi che ha fornito l'occasione as importanti studiosi della lingua e della cultura ebraica di confrontarsi con esperti della stampa e dell'editoria quali Maria Gioia Tavoni e Paolo Tinti. In occasione della giornata di studio sono stati esposti preziosi codici armeni di propriet? della Biblioteca insieme al facsimile della famosa ?Mappa armena? e ai due esemplari bolognesi della Bibbia di Mechitar, impressa a Venezia negli anni 30 del Settecento. A conclusione della giornata si ? tenuto un interessante concerto di musica tradizionale armena. vai al sito

Torino, Nopx, 30 novembre 2012

Nopx|artbook 2012|2012. International contest of Artist book
Lo spazio NOPX|limitededitionpics in collaborazione con Phos, Centro Polifunzionale per la Fotografia e le Arti Visive, bandisce la seconda edizione del Concorso Internazionale del Libro d'Artista NOPX|artistbooks 2012. Il termine per le iscrizioni al concorso ? scaduto il 30 novembre 2012. Informazioni, regolamento e bando sono consultabili sui siti dei soggetti promotori. La graduatoria dei quindici finalisti sar? ugualmente pubblicata sugli stessi siti. www.nopx.it
www.phos-sito.eu

Venezia, A plus A Centro Espositivo Sloveno, 15 ottobre ? 3 dicembre 2012

THE SELLER, THE PUBLISHER AND THE ARTIST. A SMALL INQUIRY ABOUT ARTIST'S BOOK
Il centro A plus A in collaborazione con l'Universit? C? Foscari ha dedicato una serie di conferenze al libro d'artista. Il ciclo si ? aperto il 15 ottobre scorso con l'intervento di Cornelia Lauf curatrice di fama internazionale, da sempre dedita alla ricerca in ambito editoriale. Il 10 novembre 2012 ? stata la volta dell'artista Franco Vaccari, per finire il 3 dicembre con la testimonianza di Giorgio Maffei, storico dell'editoria e collezionista di rari libri d'artista nonch? autore di numerosi saggi sul rapporto tra il mondo dell'industria libraria e il mondo dell'arte. Il ciclo di conferenze si ? rivelato una preziosa occasione di incontro e formazione al fine di indagare pi? da vicino il libro d'artista e la sua produzione attraverso i diversi punti di vista dell'editore, dell'artista e del collezionista. http://www.aplusa.it/

Milano, Centro APICE. Archivi della Parola dell'Immagine e della Cultura Editoriale, Sala Napoleonica, 28-29 novembre 2012

TESTI, FORME E USI DEL LIBRO EDIZIONE 2012. ?OGNI LIBRO HA DENTRO DI S? UNA MINIERA DI STORIE?. GLI ARCHIVI EDITORIALI TRA MEMORIA E STORIA
Per festeggiare i dieci anni di Apice dieci artisti si confrontano con altrettanti archivi. Ne scaturisce un libro d'arte fuori commercio stampato da Giorgio Lucini. Gli artisti che hanno sostenuto l'impegnativo confronto sono: Stephen Alcorn, Mario De Biasi, Marta Dell'Angelo, Giancarlo Iliprandi, Emilio Isgr?, Italo Lupi, Alessandro Mendini, Guido Scarabotto, Elisabeth Scherffig, Tomi Ungerer. Il centro ha promosso inoltre un convegno di studi internazionale. Oltre a presentare l'importante volume il convegno ha avuto il compito di riflettere sui problemi e sulle prospettive degli archivi culturali. http://www.sba.unimi.it/Biblioteche/apice/1872.html

Bologna, Museo Civico Medievale, Sala dei Codici Miniati, 21 settembre ? 2 dicembre 2012

I CORALI BENEDETTINI DI SAN SISTO A PIACENZA
La mostra, a cura di Milvia Bollati ? promossa della Soprintendenza per i Beni Librari e Documentari della Regione Emilia Romagna in collaborazione con l'Istitutzione Musei di Bologna. Otto preziosi corali, realizzati in area padana nell?ultimo quarantennio del Quattrocento, che originariamente erano parte integrante di un gruppo di quattordici antifonari in uso nel monastero benedettino di San Sisto a Piacenza sono i protagonisti assoluti dell'esposizione. Sotto la guida dell?abate Ludovico Barbo a partire dai primi anni del Quattrocento il monastero piacentino conosce un forte sviluppo che si prolunga fino al secolo successivo. Oltre alla commissione dei corali, viene progettata la nuova chiesa e richiesta a Raffaello la celebre Madonna Sistina, ora alla Gemäldegalerie di Dresda. I preziosi codici, dispersi dal 1810 erano conservati fino al 2008 presso l?Hispanic Society of Art di New York; recentemente (novembre 2008) sono stati acquistati da un collezionista privato. Questa ? dunque un?occasione straordinaria per ammirare capolavori della miniatura, solitamente non visibili al pubblico. http://ibc.regione.emilia-romagna.it/appuntamenti/?

Bologna, Museo Civico Medievale, Lapidario, 21 settembre ? 21 ottobre 2012

JAZZ MATISSE. UN LIBRO D'ARTISTA DELLA COLLEZIONE CORRADO MINGARDI
Edito nel 1947 da Tériade, raffinato editore d?arte parigino, Jazz di Henri Matisse fu stampato in 250 copie. In occasione di Artelibro Festival del Libro d?Arte, presso il Lapidario del Museo Civico Medievale di Bologna si potranno ammirare le tavole realizzate da Henry Matisse. In occasione di questa esposizione Electa in collaborazione con la fondazione Matisse pubblica l?edizione in fac-simile, con l?ambizione di riprodurre con massima fedeltà l?opera originale: 38 quartini sciolti, raccolti in un prezioso cofanetto, insieme a un volume che raccoglie una premessa di Corrado Mingardi sul collezionismo dei libri d?artista, e un saggio di Francesco Poli sul libro di Matisse (http://www.electaweb.it/libri/scheda/jazz-di-henri-matisse/it/). Quando lavorò a Jazz, Matisse ultrasettantenne e malato, non riuscendo più a dipingere con i pennelli, escogit? un modo per ?dipingere con le forbici?, nasce cos? la tecnica del papier découpé che caratterizza la produzione degli ultimi anni del maestro. Si tratta di fogli colorati con la tempera dai quali l'artista ritagliava sagome di figure e forme che assemblava su grandi tavole. Pochi elementi compositivi, forme essenziali e tonalit? forti dominate da colori primari e contrasti cromatici e luminosi caratterizzano le venti tavole colorate a pochoir ispirate al circo, alla danza, al teatro e al viaggio. Le tavole intervallate da frasi e pensieri di Matisse sulla sua vita da artista seguono un principio di improvvisazione ritmica, tipica del jazz. http://www.comune.bologna.it/iperbole/MuseiCivici/museicivici2000ita/mostre/Mostra Matisse 2012.htm

Roma, Biblioteca Universitaria Alessandrina di Roma, 18 ottobre 2012

LA GALLERIA DEL DILETTO. ALLA CORTE DEL DUCA DI URBINO
La mostra bibliografica e documentaria attesta, attraverso una ricca selezione di volumi appartenenti alla sezione Artes variae della Biblioteca Di Francesco Maria II della Rovere, le curiosit? dello studioso e le passioni del gentiluomo rinascimentale. Il percorso espositivo spazia dal collezionismo alle tecniche, ai giochi, agli svaghi, dalle arti figurative alle arti minori e alle novit? tecnologiche e offre, allo stesso tempo, uno spaccato della vita quotidiana alla corte di Urbino.
Riti e miti di una corte rinascimentale scandiscono i tempi e i modi della vita di Palazzo nella duplice dimensione dell?aria aperta e degli interni. Ecco allora i cavalli, la caccia e la scherma ma anche aristocratici trastulli, innanzi tutto gli scacchi, ma anche la Rythmomachia (battaglia delle armonie numeriche), il calcio fiorentino, il gioco della palla, precursore della pallacorda e del tennis. Tra le attivit? dilettevoli non poteva certo mancare l?arte culinaria e l?arte del ricevimento, in questi ambiti la trattatistica spazia dalle dissertazione sugli effetti del bere ai manuali dei balli in voga. Attento conoscitore delle mode e delle tendenze estetiche del suo tempo, Francesco Maria colleziona edizioni rare sulle arti figurative. Di grande interesse sono le sottosezioni Dell?Alchimia, Delle gioie e pietre preziose, settori che nel Cinquecento, in attesa di conquistare piena dignit? scientifica, sono ancora sospese tra magia e scienza. Anche i Libri dei Segreti sono indicatori di un tipo di societ? che esalta la razionalit? e la centralit? dell?uomo nell?universo, ma non rinuncia al fascino dell?ignoto e alla forza attrattiva dell?occulto.
In occasione dell'inaugurazione della mostra saranno presentati i volumi Artes variae, curato da Fiammetta Sabba e Introduzione e Poesia, a cura di Alfredo Serrai, pubblicati nella collana editoriale ?La Biblioteca Di Francesco Maria II della Rovere?, Quattroventi editorie, 2012 http://www.alessandrina.librari.beniculturali.it/

Bologna, Biblioteca italiana delle Donne, 20-25 settembre 2012

DONNE DI GALA: IL VIAGGIO. COLLEZIONE DI LIBRI D'ARTISTA
GALA ovvero Guppo Attivo Libro d?Artista ? un collettivo ideato e curato dalla pittrice marchigiana Rosella Quintini. In sintonia con l?atmosfera e il programma di Artelibro 2012, la mostra che ha avuto luogo presso la Biblioteca Italiana delle Donne di Bologna ha raccolto opere che nascono dal confronto tra artiste attive in ambito internazionale e poetesse marchigiane. Attraverso i 100 libri d'artista esposti ci si interroga sul viaggio inteso come esperienza geografica e interiore. http://www.women.it/

Bologna, P420 Arte Contemporanea, 6 settembre ? 6 ottobre 2012

UN'OPERA X UN LIBRO D'ARTISTA
In occasione di Artelibro 2012, Festival del libro d?arte a Bologna, la galleria P420 ha selezionato sette artisti per ognuno dei quali viene esposto un libro d?artista e un?opera. Partecino all'esposizione Giorgio Ciam con il suo libro Essere un altro (1974) e l?opera fotografica Sui peli (1972); Peter Dreher mette in relazione dialogica Day by day good day 1974?2012 (2012) e alcune opere dell?omonima serie; Year (1979) di Peter Hutchinson si confronta con l?opera fotografica October (1978); Paolo Icaro propone un confronto tra il suo libro Memo Pad (1973) e un?opera della serie ?misure corporali?; Richard Nonas ha esposto A Hundred Thirty Five Eskimo Nights (1999) e la scultura Y-posts (2009); di Antonio Scaccabarozzi è esposta un?opera della serie ?polietileni? ed un libro d?artista realizzato in copia unica completamente in polietilene. Infine si ? potuto assistere al confronto tra il libro d?artista Per un trattamento completo (1971) e un?opera relativa alla medesima azione di Franco Vaccari. http://www.p420.it/?

Milano, Museo del Novecento, 29 giugno ? 2 settembre 2012

EPISODI DELL'ARTE A MILANO. LIBRI D'ARTISTA ED EDITORIA NEGLI ANNI SETTANTA. 1969-1980
Nell'ambito della mostra Addio anni 70. Arte a Milano 1969-1980 tenutasi a Palazzo Reale dal 29 giugno al 2 settembre 2012, i curatori F. Bonami e P. Nicolin hanno sollecitato Giorgio Maffei a ideare un progetto dedicato all'editoria d'arte. Episodi dell'arte a Milano. Libri d'artista ed editoria negli anni Settanta offre una panoramica sui principali eventi che hanno segnato la storia del design italiano e internazionale dando la possibilit? di osservare come la contaminazione delle discipline renda i loro confini evanescenti. Materiale progressivamente sempre meno presente nella nostra quotidianit? la carta (soprattutto quella stampata!) negli anni settanta ? protagonista della diffusione delle idee, ma ? anche un ?materiale? da leggere, toccare, declamare, appendere, stracciare, ecc. azioni che oggi hanno perso gran parte della loro carica emotiva. Nella Milano postbellica il clima culturale favorisce le utopie. In questi anni a Milano nasce l'Arte Programmata, movimento che si caratterizza per le sue due opposte tendenze. Da una parte la liberazione della creativit? individuale, dall'altra l'artista ricercatore che costruisce i suoi modelli ?scientifici? per la percezione estetica del mondo. Rappresentano queste due tendenze Bruno Munari e Enzo Mari. Attraverso la rievocazione del Radical Design e l'urgenza di rinnovamento delle arti espressa in questo periodo la mostra ci guida verso esperienze di estrema libert? e convinto impegno intellettuale. Estremamente rappresentativi di questa fase di transizione sono i libri di Roman Opalka e di Emilio Isgr?, ma ancora pi? sintomatico ? il celebre Libro Dimenticato a Memoria di Vincenzo Agnetti. In quest'opera l'intangibilit? delle parole, brutamente strappate dal volume per mezzo di una fustellatura simboleggia il bisogno di azzeramento del pensiero sull'arte, atteggiamento dominante nel periodo dell'Arte Concettuale. Il libro non ? pi? una semplice superficie da riempire ma si trasforma in una finestra aperta su un mondo interiore solo evocato attraverso alfabeti intimamente personali. http://www.museodelnovecento.org/?

 

dal web...

Il Department of Creative Art dell'Universit? del West England di Bristol ha realizzato, nell'ambito dei suoi corsi un sito dedicato all'arte del libro. Il portale curato da Sarah Bodmar si dimostra uno strumento importante per tutti coloro che sono interessati al mondo dell'editoria di pregio. Newsletter, mostre on-line, aggiornamenti sui progetti di ricerca, sugli eventi, sulle pubblicazioni e un elenco completo di altri siti che si occupano del vasto mondo dei libri d'artista arricchiscono di contenuti interessanti questo strumento dalla grafica accattivante.
http://www.bookarts.uwe.ac.uk/

 

Progettato per promuovere la conoscenza critica nel campo del libro d'artista attraverso l'accesso a un archivio digitale di metadati, scansioni, e commenti, il progetto ? utile a diverse figure di operatori culturali: artisti, studiosi, critici, curatori, bibliotecari e ovviamente ?semplici? lettori. Fondato nel 2004 ABsOnline si configura come una vasta collezione la cui linea curatoriale ? stabilita da un comitato scientifico di professionisti in ambito editoriale e artistico. Diretto da Johanna Drucker, progetto ? ospitato presso l'Universit? della Virginia, con l'assistenza di personale e stagisti della Biblioteca universitaria. Chiunque sia interessato a partecipare al progetto pu? trovare utili indicazioni, anche sulle modalit? di presentazione delle domande sul sito.
http://www.artistsbooksonline.org/

 

Questo database ? un illustrato, indice descrittivo per i libri d'artista della collezione della Biblioteca Kohler Art presso la Universit? del Wisconsin-Madison. Attualmente la collezione annovera oltre 800 titoli, gran parte dei quali presentano da una a quattro immagini rappresentative della struttura e/o del contenuto del libro, con l'obiettivo di creare un "supporto visivo" accattivante. Ogni voce del database contiene il titolo del libro, l'indicazione dell'autore, dell'editore, della data di pubblicazione (ove nota), del soggetto, nonch? una descrizione fisica dell'oggetto-libro e una trascrizione completa del colophon. Un efficace motore di ricerca consente di esplorare il data-base attraverso ricerche per autore, titolo, soggetto ma si possono effettuare ricerche anche in base al tipo di struttura del libro, o al tipo di media o di tecnica. I libri d'artista della collezione comprendono opere in edizione limitata, o anche a tiratura unica, di molti tra i pi? importanti artisti degli ultimi trent'anni, alcuni dei quali ex allievi dell'Universit? del Wisconsin-Madison.
http://uwdc.library.wisc.edu/collections/ArtistsBks

 

La poesia visiva ? tipica espressione dei primi anni Sessanta. In questo periodo numerosi artisti si interessano alle potenzialità espressive della parola accompagnata dall'immagine. Eugenio Miccini e Lamberto Pignotti nel 1963 fondano a Firenze il Gruppo 70, al quale successivamente si avvicineranno anche Lucia Marcucci, Ketty La Rocca, Luciano Ori, seguiti da Mirella Bentivoglio, Giuseppe Chiari, Emilio Isgrò, Michele Perfetti e Sarenco. Consapevoli dello scollamento tra il linguaggio della letteratura e dell'arte e il mondo comune, decidono di creare un ?moderno volgare?, il cui lessico proviene dall'ambito della comunicazione di massa: quotidiani, rotocalchi, pubblicità, fumetti, ecc. Il fine è duplice, ampliare il bacino dei fruitori e allo contemporaneamente esorcizzare il potere dei mass-media. Tra le tecniche che si rivelano più congeniali al raggiungimento di questo risultato si distingue il collage che permette, tramite il riutilizzo di testi e immagini provenienti dal mondo dell'informazione, un impatto immediato e robusto. Nell'ambito della ricerca artistica che interessa la relazione tra parola e immagine gli artisti italiani detiengono una sorta di primato ci? nonostante esperienze analoghe nascono un po' in tutt'Europa ci? consente agli italiani di confrontarsi con artisti come Julien Blaine, Jean Francois Bory, Hans Clavin, Alain Arias Misson, Paul De Vree. Generata da questo tipo di ricerca sulla relazione tra immagine e parola nasce nel 1967 Nuova Scrittura. L'etichetta, coniata da uno dei fondatori del gruppo, Ugo Carrega, mira a stabilire un rapporto tra letteratura e pittura. La fondazione Berardelli si occupa di documentare questo tipo di esperienze. Questi artisti, cos? interessati al rapporto tra parola e immagine non possono ovviamente restare insensibili al fascino del libro d'artista. Ecco allora che la fondazione, attraverso il suo utilissimo sito, documenta questo tipo di esperienze in una sezione dedicata. La modalit? compositiva pi? frequentemente ?, ancora una volta, il collage che viene praticato anche all?interno del libro. Ecco allora che gli artisti sfruttano l?immediatezza di immagini e parole del linguaggio pubblicitario per realizzare tavole che con la loro ironia pungente arrivano senza mediazioni al pubblico. Questo stesso meccanismo viene sfruttato per esempio da Franco Vaccari - artista che si dedicher? successivamente ad altri tipi di percorsi pur rimanendo sempre suggestionato dal rapporto fra arte e quotidianit? - in Pop esie del 1965 e nel successivo Entropico. In Stropsody invece Eugenio Carmi - artista proveniente da ambiti di ricerca non poetico visuali ? tenta, ispirandosi alle tavole parolibere futuriste, una visualizzazione dei suoni onomatopeici appartenenti al linguaggio dei fumetti.
Un discorso specifico merita il dibattuto rapporto che ebbero con il libro d'artista gli aderenti al Gruppo 70. Inizialmente il libro era stato visto come il simbolo di una cultura istituzionale ed elitaria, perci? distante nel linguaggio e nei contenuti dalla realt? quotidiana. Da qui l'esigenza di negarlo facendosi performer, artisti plastici, cineasti, esibendosi nei circoli, nei dopo lavoro, per strada, nel tentativo di eliminare il distacco che si era creata tra pubblico e prodotto artistico; proprio estremizzando queste teorie democratizzanti il libro rinasce dal suo annullamento. Si fa strada in questo gruppo di artisti una nuova tendenza che propone il libro come strumento alternativo, accessibile a tutti, di indiscusso valore e potenza comunicativa. All'interno della collezione troviamo anche opere legati al movimento della Poesia Concreta, movimento artistico internazionale che nasce nel corso degli anni ?50 quasi contemporaneamente in Europa e Brasile e che successivamente si diffonde negli Stati Uniti e in Giappone. Il punto di partenza degli artisti che gravitano in questo ambito ? la parola che spogliata della propria capacit? semantica si offre ad infinite possibilit? grafiche e visive. Il termine poesia concreta sta proprio a sottolineare questa predominanza nei componimenti dell?aspetto fisico/grafico della parola.
Il luogo deputato a queste sperimentazioni ? il foglio entro il quale si tenta di inverare il perfetto equilibrio dei caratteri nello spazio. Si dedica a questa pratica Arrigo Lora Totino, che in collaborazione con Sandro De Alexandris, realizza tre libri-oggetto in pi? copie: Busta celeste, Un nonnulla e L' in finito che giocano sul significato delle parole e la loro disposizione nello spazio. Lo stesso meccanismo viene utilizzato anche da Mirella Bentivoglio che con il suo Punto ambiguo crea un libro che pu? essere considerato una scultura.
Altri aspetti prevalgono invece in pubblicazioni come il libro cinetico A Valentine for N?el: four variations on a scheme dell?artista americano Emmett Williams, in cui la possibilit? di comporre, sfogliando il volume, parole e frasi, d? all?opera un carattere spiccatamente ludico.
Di gusto pi? concettuale sono invece le prove di Maurizio Nannucci. In M40/1967, l?artista fiorentino utilizza ogni singolo tasto della mitica Olivetti modello M/40, partendo da quello in alto a sinistra, per formare in ogni pagina un quadrato con la ripetizione di un singolo segno grafico o lettera per facciata; la presenza dei singoli segni ? quasi fantasmatica, l?occhio viene piuttosto catturato dalle diverse scale di grigi che essi formano. Questi e molti altri interessanti esempi sono documentati nel ben concepito spazio virtuale della fondazione Berardelli.
http://www.fondazioneberardelli.org/?